« Indietro

5 buoni motivi per aprire (e curare) un blog aziendale

Per le aziende sarà sempre più difficile farne a meno ma, per sfruttarne a pieno le potenzialità, urgono contenuti originali e cura costante. Scopri come il blog può incrementare il tuo business…

Un’efficace comunicazione aziendale sul web è il risultato di una strategia digital a 360 gradi e di un dispendio di energie quotidiano. I canali online sui quali veicolare la propria mission sono diversi ma, a nostro avviso, ce n’è uno che ha una portata davvero straordinaria: il blog. Ecco perché abbiamo deciso di segnalare quelli che, secondo noi, sono i 5 buoni motivi per aprire (e curare) un blog aziendale.

Ma prima urgono alcune considerazioni. Gli addetti ai lavori concordano sul fatto che, per le aziende, sarà sempre più difficile fare a meno di un blog, sia esso entro i confini digitali del sito istituzionale o sia un website a sé stante. Ma cosa significa aprire e curare un blog aziendale? Quali sono i vantaggi per il business? Il cosiddetto corporate blog è una sorta di vetrina digitale che deve attrarre l’utente e conquistarlo con la forza delle argomentazioni, l’appealing e l’utilità consulenziale dei temi trattati. E’ fondamentale arricchirlo di contenuti originali con frequenza regolare, così che risulti sempre aggiornato e al passo con le novità. E’ sicuramente un lavoro che richiede tempo e informazione costante ma i benefici che si possono ricavare dall’averlo sono molteplici. Ma entriamo nel dettaglio… Ecco 5 buoni motivi per aprire (e curare) un blog aziendale:

# GENERA MAGGIORE TRAFFICO SUL WEBSITE: ogni volta che un articolo viene pubblicato una nuova pagina web viene indicizzata nei motori di ricerca. E’ quindi molto probabile che chi ricerca informazioni inerenti l’argomento dell’articolo venga indirizzato al blog. Da questo punto di vista, la scelta delle keywords giuste e una buona scrittura in ottica SEO è indispensabile.

# FACILITA LA CONVERSIONI: se grazie all’appealing dei nostri contenuti siamo riusciti ad attirare leads sul nostro blog, dobbiamo essere altrettanto bravi a convertirli in clienti. Come? Scegliendo le call-to-action più adatte al nostro business di riferimento. Non esiste una formula perfetta in questo senso; sarà la vostra strategia marketing a incidere sulle conversioni.

# MIGLIORA LA WEB REPUTATION AZIENDALE: lasciar parlare solamente la sezione “Chi siamo” di un sito web può risultare una fredda cronistoria, meglio farlo anche attraverso un blog, con articoli che approfondiscono i progetti e la mission aziendale. Si sa, lo storytelling è un’arte affascinante!

# PROMUOVE PRODOTTI E SERVIZI: il blog si presenta come un ottimo strumento per divulgare i plus e le innovazioni di un prodotto o di un servizio offerto. Riportare case history reali e dettagliate è indispensabile per avvalorare le nostre argomentazioni.

# FA ACQUISIRE AUTOREVOLEZZA: volete diventare un punto di riferimento per il vostro settore? Il blog vi aiuta! Il lettore che troverà nelle pubblicazioni le risposte alle proprie esigenze sarà invogliato a tornare alla ricerca di nuove informazioni utili per il suo business.

Successivo