« Indietro

Prospettive Cloud 2016

Secondo l’Ocse, le realtà aziendali del nostro Paese sono tra le più ricettive in materia di soluzioni “nuvola”. Le prospettive Cloud 2016 confermano il trend positivo dell’Italia…

Digital Divide in Italia? Verissimo! Scarsa fiducia in tecnologia e web? Falso! Le prospettive Cloud 2016 in Italia confermano i segnali incoraggianti degli ultimi mesi. Le soluzioni “nuvola” nel nostro Paese sono in continua evoluzione, i decision maker investiranno sempre più sistemi online di archiviazione dati.

A corroborare tali prospettive Cloud 2016 in Italia è anche l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico. Secondo quanto riportato nelle pagine dell’Ocse Digital Economy Outlook 2015, l’Italia sarebbe addirittura leader del mercato europeo per diffusione e utilizzo di piattaforme in cloud: il 40,1% delle aziende del nostro Paese ha già implementato soluzioni/servizi “nuvola”. Meglio di noi solamente Finlandia (50,8%) e Islanda (43,1%).

Prospettive Cloud 2016: la novità. Si prevede inoltre che i numeri incoraggianti pubblicati dall’Ocse saranno confermati, o addirittura cresceranno, nel corso dei prossimi mesi. Ma ciò che davvero suscita ottimismo fra addetti ai lavori e amanti della tecnologia è il fatto che la “rivoluzione cloud” italiana non sarà un fuoco di paglia bensì un fenomeno profondo e ben strutturato. Sì, perché la “nuvola” non è più solo prerogativa delle grandi società ma è sempre più richiesta dalle piccole e medie imprese. Criticità e remore sembrano davvero essersi ridotte sensibilmente nel variegato panorama delle realtà aziendali nostrane.

Il nostro Cloud