« Indietro

Prospettive ICT 2015: le PMI del futuro

Internet of Things, Predictive Analytics, Cloud e Consumerization. Ecco come investiranno le aziende nei prossimi anni secondo una previsione Accenture.

Innovazione, tecnologia, aziende digitali, startup all’avanguardia… Le PMI del futuro saranno smart e faranno un uso sempre più intensivo di strumenti informatici e web. Le nuove frontiere dell’ICT sono più che mai aperte al mondo del business e nei prossimi anni dovremo aspettarci una piccola rivoluzione del modus operandi dei lavoratori di ogni settore. A confermarlo sono Pierre Nanterme e Paul Daugherty, rispettivamente CEO e CTO di Accenture. Fra i trend ICT del 2015 hanno segnalato Internet of Things, Predictive Analytics, Cloud e Consumerization.

Internet of Things - Oltre a cambiare la nostra vita quotidiana, la tecnologia “Internet degli oggetti” offrirà nuovi modelli di business, maggiore accuratezza del ROI (indice di redditività dei capitali investiti), e consentirà di raccogliere una miriade di dati e informazioni utili alle aziende. Servirà inoltre a  migliorare l’esperienza degli utenti finali e a sviluppare le cosiddette smart machine: sistemi autonomi, assistenti virtuali… L’IoT è considerato uno dei più importanti acceleratori di innovazione per la crescita in ogni settore e gran parte delle spese in tal senso sarà incentrata su dispositivi intelligenti integrati al di fuori dell’IT e soluzioni per l’industria.

Predictive Analytics - Nell’era dei Big Data è fondamentale l’aspetto gestionale delle informazioni e la razionalizzazione delle stesse per un uso sempre più proficuo. Dunque, i dati raccolti attraverso IoT e social saranno trattati secondo modalità nuove e punti di osservazione alternativi. Analisi avanzate e predittive incrementeranno l’efficienza aziendale e il livello di attenzione nei confronti dei clienti. L’obiettivo sarà quello di avere costantemente sotto controllo parametri come la percezione del prodotto da parte dei consumatori e modalità di utilizzo dello stesso.

Cloud Le enormi funzionalità che questa nuova soluzione è in grado di offrire alle aziende non sono ancora note a tutti. Con una piattaforma cloud è possibile erogare servizi (a imprese e P.A.) in maniera alternativa, archiviare ed elaborare informazioni, il tutto sfruttando risorse software/hardware concentrate in unica struttura e poi virtualizzate in remoto (mediante architettura client-server). Il passaggio al cloud consente un aumento del valore apportato ai processi aziendali. Di questi, il 31% è stato arricchito di nuove funzionalità e servizi, mentre il 63% è stato guidato verso una sostituzione tecnologica.

Consumerization Tablet e smartphone per migliorare i processi aziendali e abbattere le distanze fra brand e consumatori, rendendo più smart l’approccio con l’esterno. Poiché la tendenza del 2015 sarà quella di associare l’introduzione dei dispositivi mobile a progetti ideati delle divisioni business anziché IT, si andrà diffondendo una gestione “provider/consumatori” di tale processo.

Leggi i nostri articoli sul Cloud: dati - vantaggi - diffusione - Cloud 2015Vela Cloud