« Indietro

Social Media: 3 suggerimenti alle startup

Ecco quelle che secondo noi sono le best practice che ogni imprenditore dovrebbe tenere a mente in materia di SMM.

L’universo Social Media è talmente sconfinato e variegato che, se volessimo scriverne in maniera davvero univoca, sbaglieremmo in partenza. Ciò perché gli strumenti a nostra disposizione hanno diverse funzionalità e soprattutto perché l’utilizzo che ne facciamo dipende molto dalle nostre esperienze personali e professionali. Le pure logiche del social media marketing istituzionale spesso non soddisfano esigenze e aspettative del marketer e il rischio è sempre quello di considerare i canali tradizionali più efficaci di quelli digitali… Tale premessa per introdurre quelle che, a mio avviso, sono le 3 best practice che un buon imprenditore dovrebbe tenere a mente:

1 CHI?  E’ fondamentale aver ben chiaro il proprio pubblico di riferimento! Il bacino di utenti entro il quale si vuole fare engagement determinerà sia la scelta dei canali social sui quali puntare sia il livello/la tipologia dei post che si confezioneranno.

2 CONTENUTI ORIGINALI. Nessuna strategia social che si rispetti può prescindere dai contenuti, in particolar modo da quelli originali, che siano video, foto e/o articoli. Gli utenti digitali (potenziali clienti) sono molto esigenti in tal senso e saranno dunque favorevolmente colpiti (e influenzati durante il processo d’acquisto) dall’originalità, dall’appealing e dalla modernità dei post.

3 MOLTI OBIETTIVI. Il Social Media Marketing accresce certamente il business delle aziende che ne sfruttano le potenzialità in maniera professionale ma non è un puro strumento di vendita. Migliora tantissimi altri aspetti di un brand! Ad esempio la cosiddetta web reputation (reputazione di un’azienda su web e social): benché non sia analiticamente calcolabile, risulta essere un gran motore per le vendite nonché un volano per far breccia in nuovi mercati. Inoltre, attraverso il SMM si risponde alla sempre più diffuse esigenze “social” degli utenti e al carattere omnichannel sia della fruizione web (smartphone, tablet, PC…) sia dei processi d’acquisto (ecommerce). Dunque occorre considerare il SMM come strumento per raggiungere MOLTI OBIETTIVI.

Articolo pubblicato anche sul portale: www.socialmediamarketingpmi.it