VelaCloud: l' ERP per le tue esigenze

Scopri di più

Il Controllo di Gestione del futuro

Scopri di più

Soluzioni ERP Verticali

Il Network Datasys offre soluzioni ERP modulari, multipiattaforma e multi aziendali progettate con le più innovative tecnologie software per la gestione flessibile di tutte le aree aziendali.   

Entra

Scopri Vela Cloud

Vela Cloud è il gestionale pensato e sviluppato per le Startup e le piccole Aziende italiane. Veloce da imparare e facile da usare grazie ai numerosi Tutorial online.

Entra

Progetti Web

Gli esperti del Network sviluppano per le aziende progetti web e guidano i clienti in tutte le attività di marketing online pianificando strategie ad hoc per ogni settore.

Entra

Tra i Nostri Clienti

Parlano di Noi

« Indietro

"Cloud, ora si fa sul serio!"

Le nubi di sospetto e distacco che avvolgevano le cosiddette soluzioni Cloud, intese soprattutto come Public Cloud, sembrano destinate a un imminente dissolvimento. Secondo quanto rivelato dall’Osservatorio Cloud & ICT as a Service del Politecnico di Milano, l’utilizzo dello strumento tecnologico “nuvola”, è cresciuto del 40% nell’ultimo anno per un valore di 320 milioni di euro. La ricerca presentata a Milano presso il Campus Bovisa in occasione del Convegno “Cloud, ora si fa sul serio!”, ha evidenziato le enormi potenzialità di questa soluzione e analizzato i suoi modelli di adozione nelle aziende di grandi, medie e piccole dimensioni. Come affermato dai  relatori, il Cloud può abilitare una vera e propria rivoluzione organizzativa, capace di cambiare il modo di diffondere le informazioni, prendere decisioni e collaborare all’interno e all’esterno dell’organizzazione, ridando slancio e produttività alle imprese del nostro Paese. Nel recente passato lo scetticismo delle aziende verso la soluzione “nuvola” era dovuto principalmente ad alcuni elementi visti come freni alla produttività: infrastrutture latenti, vincoli e oneri normativi, perdita di controllo, scarsa personalizzazione, ampiezza funzionale, sicurezza e performance. Benché queste barriere non siano ancora totalmente abbattute, sembra ormai diffusa tra i Cio la consapevolezza dei benefici che Cloud può portare in termini di semplificazione per la Direzione ICT e innovazioni rapide al business.

Dalla ricerca dell’Osservatorio emerge che il passaggio a Cloud ha rappresentato un aumento del valore apportato ai processi aziendali, il 31% dei quali è stato arricchito di nuove funzionalità e servizi, il 63% è stato guidato verso una sostituzione tecnologica e solamente nel 6% dei casi si è riscontrata una limitazione del supporto ai processi. Altri numeri interessanti riguardano gli ambiti applicativi in cui è già stato applicato il modello “nuvola”: Social & Web Analytics (32%), Human Resources (26%), Posta Elettronica & Office Automation (23%), Enterprise Social Collaboration/Intranet (15%), Document Management (13%), eCommerce (15%), Soluzioni verticali per il business (11%) e CRM & Sales (8%). La relazione indica inoltre che, per i piani a breve termine inerenti l’evoluzione del bagaglio applicativo delle aziende e per i cambi di modello di fruizione, le organizzazioni ora preferiscono una transizione verso il modello Cloud (nel 96% dei casi) rispetto all’internazionalizzazione. Inversione di tendenza anche per molte delle App utilizzate in ambito lavorativo, dal tradizionale approccio on premise al Cloud .

“Per la maggior parte dei CIO non vi sono più dubbi nella scelta tra adottare o meno soluzioni di Public Cloud; il dubbio principale riguarda il come adottarle, con quali modalità e con quale percorso”. Con queste parole Stefano Mainetti, Responsabile Scientifico dell’Osservatorio Cloud & ICT as a Service indica due strade per ovviare al problema: da un lato capire come comporre il proprio Sistema Informativo, integrando parti on premise con parti Cloud e dall’altro comprendere come dovranno evolvere le competenze interne alla Direzione ICT e come la stessa debba rapportarsi e interagire con le Line of Business.